Progetto RESCUE! è un collettivo che nasce, nel 2019, per sperimentare diversi formati che permettono l'esistenza di un incontro.

Quello che definisce le nostre azioni è la condivisione di atti intimi e di qualità in luoghi in cui l’espressione artistica e umana sembra essere un problema. Il gruppo fonda la sua pratica artistica sul potenziale trasformativo dell’arte nel territorio in cui agisce. Più in particolare, la ricerca si interroga sulla “qualità di un incontro autentico”, un posto in cui ognunə possa trovare valore per sé stessə e per la comunità.
Il progetto elabora il suo pensiero durante il confinamento del 2020: andare in strada, camminare ed esplorare le capacità trasformative dell’arte nelle relazioni umane è stato un passo importante per riprendere contatto con lo spazio pubblico avviando una riflessione sulla presenza e sull’incontro. 


Con i nostri progetti cerchiamo un modo diverso di essere in contatto con il territorio e la comunità attraverso un Artista Territoriale capace di mettere attenzione a quello che sembra non avere più importanza, capace di riscattare restituendo valore all’incontro, specialmente quello tra le culture, tra artistə e cittadinə. Non ci rivolgiamo a veri e propri spettatorə ma a dei “partecipanti” a cui chiediamo un livello di compromissione umana e una  fuori dal luogo comune. 

LA STORIA

PRIMA PIETRA DEL PROGETTO una performance: ”La Rotta del Cibo”-, creata dall’attore e musicista Vicente Cabrera insieme all’Ass. Eco dalle Città (RePoPP) - Associazione che dal 2017 ha dato vita al progetto contro lo spreco alimentare e il recupero-valorizzazione-distribuzione dell’eccedenza alimentare a Torino nel Mercato di Porta Palazzo. La performance prende in prestito i valori di RePoPP per sviluppare una metodologia artistica contro lo “spreco esperienziale”. 

Con il tempo, nel 2020 grazie all’incontro tra Vicente Cabrera e altri artisti, come lui immigrati nella città di Torino, il Progetto RESCUE! diventa più ambizioso diventando una rete di sostegno mutuo tra artisti e tra realtà cittadine. RESCUE! è uno spazio dove trovare risposte pratiche riguardo lo spreco e il riscatto grazie all'arte e alla sua disciplina.

82967821_2932301480123225_3076157668767825920_n_edited.jpg

"Cercare, raccogliere, distinguere, sistemare, donare".

"La parola recupero - rescue significa anche riscatto, della frutta e la verdura invenduta ma anche di storie, canti, racconti delle persone che lavorano  incentivando uno scambio artistico eco-solidale."

cami_edited.jpg

CAMILLA SANDRI BELLEZZA (33 anni - IItalia) è attrice, mover e performer. Nel 2012 si diploma alla scuola del Teatro Stabile di Torino e si laurea in Lettere presso Univ. di Bologna. Integra la sua formazione in danza contemporanea e teatro, tra gli altri, con: Oskaras Korsunovas, Baro D’Evel Cirk Cie, Marie Chouinard, Cindy Van Acker, Raffaella Giordano, Roberto Latini.  Attualmente è presidente dell'Ass.Cult. Il Menù della Poesia e coordinatrice di Progetto RESCUE! Lavora in teatro dal 2012 con Valter Malosti, Alba Porto, Piccola Compagnia della Magnolia, Alberto Oliva collaborando tra gli altri con Teatro Stabile di Torino, TPE Teatro Piemonte Europa e Teatro Franco Parenti. Canta e suona nel duo Eroticasudamericana.

vince 2 _edited.jpg

VICENTE CABRERA (28 anni - Cile) è attore, musicista, cantore e panettiere. Attore laureato alla U. Arcis a Santiago di Cile. Dal 2010 al 2017 lavora come attore con diverse compagnie teatrali di Santiago e Valparaíso. Con P.P.Project è assistente in Encuentros Fronterizos, incontri di pratiche e teorie performative sulla Semplicità e Artigianato dell’Attore in Cile, Italia e Polonia. Si è perfezionato con Ariane Mnouchkine nella Escuela Nomade (‘15), Workcenter of Jerzy Grotowski & Thomas Richards (‘17) e nella LUPA del Laboratorio Permanente di Domenico Castaldo (‘18-’19). Nel 2018 si trasferisce a Torino per lavorare al progetto Looking for Common Roots con l'attrice e regista Katia Capato, dove crea 'FERMENTO (18’) e 'GRECI-Cu Radacini de Granit' (19’), spettacolo-concerto creato con una comunità rumena di Torino.

babara.jpg

BABARA YATTARA (31 anni - Guinea-Conakry) è musicista e cantante, Griot. Figlio d’arte, dall’età di 6 anni studia la musica tradizionale africana. Il suo primo strumento è la Gongoma: strumento armonico e di percussione. Insieme allo studio di strumenti a percussione (Djembe, Dun-dun, Sangban, Borleyi tra gli altri), e a corde (Kora, N’goni, Kamele N’goni), ha sviluppato la sua arte principalmente nei canti della tradizione “Griot” e nello studio dei ritmi tradizionali tra cui Garangedo, Kandia-soli, Yankadi, Yolé.
Nel 2018 si trasferisce a Torino. Ha lavorato in Europa come insegnante di canto e tamburo (a Milano, Roma, Lussemburgo e Berlino)
Attualmente fa parte del Progetto RESCUE! -rete di sostegno per artisti extracomunitari- dove collabora come musicista, compositore teatrale e insegnante di tamburo e canto della tradizione africana.

Eva Elena Casotto_edited.jpg

ELENA CASOTTO (34 anni - Italia) è un'attrice, danzatrice e performer. Lavora come creatrice, autrice, attrice, equilibrista e clown in spettacoli di circo e teatro contemporaneo in tutta Europa. Ha lavorato con The Lost in Translation Circus, compagnia internazionale di Circo contemporaneo presentando spettacoli nei più rinomati palcoscenici del Regno Unito. Elena ha insegnato workshop di clown al National Centre for Circus Arts (Scuola Nazionale delle arti del Circo) a Londra dove si è diplomata nel 2014. Precedentemente si è diplomata nel corso di Nouveau Cirque presso la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone (2011) e nello stesso anno si è laureata in Critica Cinematografica all'Università di Bologna. Nel 2016 viene selzionata come Physical performer/Clown dalla prestigiosa compagnia Cirque Du Soleil. Vive a Londra per 10 anni e ritorna in Italia, a Torino, per fondare nel  2021 Associazione Progetto Rescue! Attualmente vive a Torino collaborando con Progetto RESCUE! e con la scuola di circo Flic.

WhatsApp Image 2022-06-02 at 12.53.26.jpeg

SARA LOI (30 anni, Italia) fin da piccola si interessa del mondo dell' arte in tutte le sue forme creative ed espressive studiando oreficeria e Moda e costume. Si specializza a Milano in Eco-design, Visual merchandising e Graphic design alla N.A.B.A. Appassionata anche di teatro a Milano studia arti performative ed espone le sue opere pittoriche in contesti cittadini legati al sociale. Nomade per natura, nel 2020 si trasferisce a Torino per completare i suoi studi con il MASTER professionalizzante per attori alla L.U.P.A. guidato da Domenico Castaldo. Nel 2021 incontra Progetto RESCUE!, di cui è ora parte integrante, partecipando alla creazione de La Pratica Partecipativa La barriera della creatività. Vive a Torino dove continua a creare progetti e collaborazioni artistiche nello spazio pubblico.

La sua poetica è un viaggio alla scoperta dell' essere, anche se risulta impossibile etichettarne i connotati precisi.

E MOLTI ALTRI - WORK IN PROGRESS

LEBRICOLEUR MDGNIUS (30 anni - Mauritania/Camerun) è scrittore, sha’aer. Preferisce mantenere l’anonimato.